Intervista a tre allievi del Cobianchi

09 Sep 2019
Submitted by rossini

Abbiamo voluto intervistare qualche studente di tre anni diversi per capire la loro esperienza fino ad adesso nella sezione informatica, abbiamo quindi posto qualche domanda agli studenti all'inizio dell'anno scolastico.


Samule Spanarelli, terza informatica:

  • Cosa ti aspetti dal cambio da biennio a triennio?

Mi aspetto di essere molto più interessato alle materie e quindi di risultare più attente, mi aspetto anche un deciso aumento della difficoltà.

  • Riguardo all'informatica cos'è che ti è interessato di più studiare? 

Programmazione e anche un po' i circuiti.

  • Sei soddisfatto fino ad adesso? Hai trovato quello che ti aspettavi? Se no in cosa differisce?

Per ora sono soddisfatto, vedremo nei prossimi tre anni.

  • Hai fatto o ti sono state proposte attività interessanti dalla scuola?

Mi è stato proposto di entrare in gruppo musicale, ma purtroppo non ho abbastanza tempo.

  • Cosa ti ha spinto a scegliere informatica e non telecomunicazioni?

Ho trovato più interesse nel programmare piuttosto che nell'elettronica.

  • Trovi sia stato efficace l'orientamento proposto dalla scuola?

Sì, all'inizio volevo fare telecomunicazioni, però ho capito che preferivo avere una base più ampia in programmazione piuttosto che di elettronica.
 


Marco Fagnani, quarta informatica:

  • Com'è stato il cambio da biennio a triennio?

Molto inaspettato, mi avevano detto che era difficile, però molte materie sono diventate tecniche ed è molto più difficile del biennio.

  • Il cambiamento è stato positivo o negativo?

Dipende dal punto di vista, da un lato è diventato molto più interessante, dall'altro è diventato molto più complesso da studiare.

  • Il corso ti ha soddisfatto? Hai trovato quello che ti aspettavi?

Alcune cose credevo sarebbero state più approfondite, però gli argomenti sono quelli che mi aspettavo.

  • La cosa che ti è piaciuta di più e quella che ti è piaciuta di meno riguardante l'informatica?

Non ci sono cose che ho preferito o odiato, anche la difficoltà è stata abbastanza costante. Se ti piace il corso ti piace più o meno tutto.

  • Come miglioreresti il corso?

Preferirei che venga fatta più pratica. A volte alcuni argomenti non sono approfonditi e provati col pratica. Per me l'informatica necessita di molta pratica.

  • Hai fatto o ti sono state proposte attività interessanti dalla scuola?

Robotica! Mi ha permesso di approcciarmi a robot da principiante, una cosa che volevo fare da molto tempo, mi ha permesso anche di imparare a lavorare con gli altri anche sotto pressione, come ad esempio cinque minuti prima di una gara con il robot non funzionante. Quando sei sotto pressione tiri fuori il peggio di te.


Matteo Breganni, quinta informatica:

  • Com'è stata l'alternanza?

Ti permette di applicare ciò che impari nel tuo corso, non sapevo cosa aspettarmi, qualcuno ne aveva parlato male, ma se trovi un'azienda che ti permette di applicare il tuo corso di studi ed è pronta a seguirti è una grande esperienza formativa.
Nella mia esperienza la prima parte non è andata bene perché il mio responsabile era assente e quindi non ho fatto molto, ma una volta arrivato mi ha assegnato un lavoro molto specifico che richiedeva conoscenze solo parzialmente acquisite a scuola. 
Questo è stato uno stimolo positivo ad acquisire una conoscenza più specifica dell'argomento.

  • Quindi come miglioreresti il corso?

Non è inutile, ma nella mia esperienza di alternanza ho potuto notare come il mondo del lavoro richiede la conoscenza profonda di un argomento specifico quindi la scuola è utile perché ti permette di imparare il concetto generale, 
ad esempio nel mio caso il concetto di programmazione web già c'era, ma meno specifico.

  • Trovi che quindi il corso dovrebbe essere più collegato al mondo reale?

Diciamo che sarebbe interessante avere delle basi in più su strumenti più specifici come Bootstrap. Il capo mi ha preso molte volte da parte per spiegarmi come funziona l'informatica reale, come ad esempio la guerra per l'indicizzazione, i professori potrebbero fare più discorsi su applicazioni sul mondo reale,
ovviamente non un cambiamento radicale, ma più attività che si colleghino al mondo reale.

  • Direi di cambiare argomento, com'è stato il cambio da biennio a triennio?

Può essere una cosa positiva se sai di avere scelto il corso giusto, come nel mio caso, perché molte materie ostiche come fisica o chimica vengono eliminate in terza, ed al quinto anno viene eliminata anche telecomunicazioni, che personalmente non mi piaceva, 
anche se più correlata all'informatica rispetto a fisica e chimica.

  • Volevo chiedere cosa ti è piaciuto di meno riguardante il corso, immagino sia telecomunicazioni.

Sì, personalmente era un po' lontano dal mio interesse, non me la sento di dire che sia colpa dei professori, probabilmente gusto personale.

  • E la cosa che ti è piaciuta di più?

Con il prof. Mezzanotte abbiamo fatto un lavoro in laboratorio molto più libero rispetto a quello dell'anno scorso, dove le attività erano molto più limitate e indirizzate all'apprendimento dell'argomento di teoria trattato in quel momento. 
Quest'anno abbiamo avuto più possibilità di metterci del nostro nel codice, creando programmi come lo Snake dove potevamo liberare la nostra creatività, applicando le conoscenze di teoria.

  • Hai fatto o ti sono state proposte attività interessanti dalla scuola?

Sì, l'anno scorso ho frequentato robotica, quest'anno invece ho partecipato alle Olimpiadi di informatica e al corso pomeridiano di inglese che faceva preparazione al test di Cambridge per la certificazione B2, che sicuramente mi sarà utile in futuro.

Haroun Rossini

Etichette